Caricamento...
Home / Storia / Ulisse: il Piacere della Scoperta – L’America di “Via col vento”

Ulisse: il Piacere della Scoperta – L’America di “Via col vento” 51

La puntata del 31 ottobre 2015 ci guida attraverso i 5 anni più drammatici della storia degli Stati Uniti d’America: gli anni della Guerra Civile, del Nord libero contro il Sud schiavista. Un conflitto che causerà più morti di tutti gli altri mai combattuti dagli Stati Uniti messi insieme, comprese la I e la II Guerra Mondiale.

Alberto Angela spiega le origini della Guerra Civile: il legame tra la schiavitù degli afroamericani e la coltivazione del cotone, detto l’oro bianco del XIX secolo. Una nazione lacerata. Una guerra implacabile. Un mondo ora scomparso, il vecchio Sud degli Stati Uniti. Questo lo scenario di uno dei film più amati di tutti i tempi: Via col Vento. Uscito nelle sale nel 1939, è tuttora il miglior film al box office di tutti i tempi, correlando gli incassi alla luce dell’inflazione.

Vedremo come il mondo elegante e sfarzoso in cui vivevano Rossella O’Hara e Rhett Butler, i protagonisti della pellicola, era in realtà basato sul lavoro di 3 milioni di schiavi. Un terzo della popolazione di tutti gli Stati del Sud. Combattuta tra il 1861 e il 1865, la guerra civile americana è oggi considerata la prima guerra moderna. Durante il suo corso, vennero impiegati per la prima volta sottomarini, mitragliatrici, navi corazzate. Per la prima volta nella Storia, i civili a casa poterono vedere, sgomenti, le fotografie dei campi di battaglia ricoperti di cadaveri.

Un monito sugli orrori che, 50 anni dopo, la I Guerra Mondiale avrebbe riservato al mondo. Alberto Angela ci racconta le storie di tanti protagonisti di quegli anni tremendi, dalle esperienze dei soldati ai dubbi di generali e politici. Conosceremo la determinazione implacabile di Ulysses Grant; il carisma del presidente Abraham Lincoln e il volto duro e scavato di William Tecumseh Sherman, l’uomo che ha inventato il concetto di guerra totale e provocato l’incendio di Atlanta (una delle scene madri di Via col Vento).

Seguiremo le imprese del generale e gentiluomo Robert E. Lee nella sua lotta disperata per difendere il Sud. Descriveremo la storia della sua bandiera, trasformata da vessillo di tutto il Sud in simbolo di odio razziale e oggetto di polemiche dopo una strage di fedeli avvenuta a Charleston, questa estate. Infine, racconteremo la Guerra Civile attraverso gli occhi di una ragazza di vent’anni, Katherine Stone. Ricostruiremo in una fiction i momenti più significativi del diario di una giovane donna del Sud, una “vera” Rossella O’Hara, appartenente all’elite dei coltivatori di cotone e proprietari di schiavi.

Lascia un commento

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites